2005 Gialli: Spartak - Pro Asti 3-2

Vittoria esaltante dei gialloblù nel primo storico derby sandamianese sul nuovo campo sintetico. Demarie, Pelassa e Bottallo decidono il match davanti ad un numeroso pubblico.


SINTESI DELLA GARA

La partita più importante del weekend sandamianese si conclude con il trionfo gialloblù davanti ai propri sostenitori dopo una gara accesa, combattuta e giocata a ritmi elevati.

 

La prima frazione è a favore dei gialloblù che, come nelle ultime gare, partono col piede sull'acceleratore e attaccano con convinzione. Il primo acuto è di capitan Bellanca che colpisce la traversa con un tiro insidioso dalla distanza sfiorato miracolosamente dal portiere rossoblù. Caggiano disinnesca un paio di tiri avversari da posizione defilata. Ci prova ancora lo Spartak ma Bottallo vede il suo tiro ben deviato dal portiere e sulla respinta Jaku non inquadra lo specchio della porta. Bellanca viene atterrato in modo duro e stringe i denti per rimanere in campo. Al 10° minuto è Demarie a fare centro con un colpo di testa in tuffo su assist millimetrico di Cerchio da calcio di punizione. Sulle ali dell'entusiasmo arriva anche il raddoppio. Palla ben gestita sulla sinistra da Jaku che salta un avversario e serve a Pelassa un assist perfetto che l'esterno numero 20 col destro trasforma in gol.

 

La ripresa è più equilibrata. La Pro Asti Sandamianese si fa molto più pericolosa e la difesa gialloblù arretra un po' troppo il baricentro faticando a ripartire. Il terzo gol gialloblù arriva proprio nel maggior momento di difficoltà ed è una magia di Bottallo che col destro da 25 metri trova l'incrocio dei pali. Gli avversari rispondono subito e Caggiano con un miracolo nega il gol ma pochi secondi dopo trattiene male un tiro-cross e la palla termina in rete. Il gol subìto scuote lo Spartak che si riporta in avanti e impegna in più occasioni il portiere che deve fare un vero e proprio miracolo sulla bomba ravvicinata di Pelassa dopo un contropiede velocissimo. Proprio all'ultimo secondo Dunjic ha tra i piedi il pallone del k.o. ma è ancora una volta l'estremo difensore rossoblù a respingere sulla linea.

 

Il terzo tempo è il meno emozionante sotto l'aspetto delle occasioni create ma il più difficile per entrambe le squadre che accusano la stanchezza ma mantengono l'attenzione fino alla fine. Si vedono alcuni interventi molto duri e la tensione inevitabilmente sale. E' sempre lo Spartak ad avere le occasioni più nitide ma entrambi i portieri se la cavano senza troppa difficoltà e la partita scorre via fino al fischio finale.

 

Mister Lanaro a fine partita commenta: "Arrivavamo da quattro gare deludenti e affrontavamo una squadra abituata a vincere sempre nell'ultimo periodo. Sapevamo che serviva il 150% di attenzione e voglia di vincere e ci siamo riusciti. Ora però dobbiamo imprimere nella mente questa gara perché dovremo dimostrare anche nelle prossime partite la grinta e il sacrificio fatte vedere oggi. Questo è da considerarsi il punto di partenza del finale di stagione".

TABELLINO

1° Tempo: 2-0

 Demarie, Pelassa

 

2° Tempo: 1-1

Bottallo

 

3° Tempo: 0-0

 

 

Spartak San Damiano

Caggiano

Cerchio

Toso

Sallaku

Bottallo

Demarie

Bellanca

Pelassa

Falchero

Jaku

Dunjic



PARTNERS