2005: Spartak - Colline Alfieri 2-1

6ª giornata. Vittoria nei primi due tempi per gli Esordienti a 9 di mister Lanaro che però deludono sul piano della prestazione e soffrono più del dovuto alcune assenze importanti. Bene invece l'efficacia in zona gol.


SINTESI DELLA GARA

Molte le assenze per i gialloblù, soprattutto in alcuni ruoli determinanti. Capitano e vice non possono partecipare alla gara e la fascia finisce al braccio di Jaku, anche lui in condizioni molto precarie per via di un'influenza ma presente e grintoso più che mai.

 

La prima frazione è equilibrata anche se il possesso palla è degli ospiti mentre lo Spartak gioca sulle ripartenze. Le occasioni più pericolose dei primi 15 minuti sono gialloblù. Prima Demarie sfiora la traversa deviando in acrobazia un cross teso di Falchero, poi Pelassa colpisce al volo con troppa forza davanti al portiere un assist perfetto dello stesso Falchero. Il vantaggio è del Colline Alfieri che sfrutta un liscio difensivo mettendo il proprio attaccante di fronte a Caggiano: il primo tiro è parato con un miracolo, ma sulla ribattuta non c'è nulla da fare. Lo svantaggio aggiunge quel tocco di cattiveria in più ai gialloblù che recuperano più volte il pallone sradicandolo dai piedi degli attaccanti avversari e facendo scattare il contropiede. Proprio in una di queste occasioni Pelassa trova il corridoio perfetto che consente a Jaku di insaccare con facilità dopo una scatto bruciante. Passano pochi minuti e arriva addirittura il vantaggio. Altra ripartenza innescata da Bottallo che recupera palla e la cede a Demarie il quale trova subito Jaku che di prima scarica su Falchero: lancio immediato per Pelassa sulla fascia che va sul fondo e mette un cross arretrato perfetto per il destro secco e preciso sul secondo palo dello stesso Falchero.

 

La ripresa è deludente. Lo Spartak viene schiacciato nella propria trequarti senza avere mai la personalità e la forza di alleggerire la pressione. Cisternino respinge corto un tiro da fuori area consentendo il secondo gol facile degli ospiti. Ci si aspetterebbe la goleada del Colline Alfieri ma Sallaku e i suoi compagni di difesa sanno resistere, anche con un po' di fortuna, alle avanzate avversarie. Dopo un tiro che si stampa sulla traversa difesa da Cisternino, ecco partire un lancio di Falchero che scavalca la difesa e trova un velocissimo Pelassa bravo a scagliare all'incrocio il pallone del pareggio. Passano tre minuti e un altro rilancio difensivo coglie impreparato il difensore centrale e regala a Pelassa la doppietta con un delizioso pallonetto. Finisce così in modo sorprendente il secondo tempo.

 

Nella terza frazione le tante energie fisiche spese soprattutto dai giocatori più generosi vengono a mancare e il Colline Alfieri ne approfitta andando in vantaggio su punizione e poi siglando altri due facili gol. Questo ultimo tempo è utile solo a mettere in mostra le qualità di Caggiano, l'ultimo ad arrendersi con parate miracolose che però servono a poco.

 

Mister Lanaro a fine gara commenta: "La peggior gara giocata quest'anno. Le assenze non devono essere un alibi. Ogni componente della squadra deve dare sempre il proprio contributo e dimostrare di essere presente, se non con la qualità tecnica, almeno con grinta, determinazione e orgoglio. Sono soddisfatto in tal senso da Mikele, Samuele e Klaidi in particolare e ovviamente sono felice di aver almeno visto i miglioramenti in zona gol. Con sole 5-6 occasioni da gol abbiamo realizzato 4 reti, nel secondo tempo addirittura abbiamo vinto con soli due tiri in porta ma questo non deve far passare in secondo piano l'indescrivibile prestazione del secondo e terzo tempo. Un grazie al pubblico che ha continuato a incitare i nostri ragazzi fino alla fine."

TABELLINO

1° Tempo: 2-1

 Jaku, Falchero

 

2° Tempo: 2-1

Pelassa, Pelassa

 

3° Tempo: 0-3

 

 

Spartak San Damiano

Caggiano

Cisternino

Toso

Bottallo

Sallaku

Demarie

Bugnano

Kacbufi

Cannavacciuolo

Falchero

Pelassa

Jaku



PARTNERS