2003: Spartak - Canelli 0-2

11ª giornata. Partita molto bloccata, con poche occasioni per i due attacchi e decisa da due clamorosi svarioni dei gialloblù. Penna è il più pericoloso dei suoi, ma la squadra di Fabrizio Baracco per la prima volta non fa gol.


SINTESI DELLA GARA

L'ultima gara del campionato di qualificazione regionale vede i Giovanissimi Fascia B affrontare il Canelli con la nuova indisponibilità di Cotto (botta in allenamento) oltre che quella risaputa di Danusso. I 2004 Trinchero e Oprea, in pianta stabile con la squadra, dal primo minuto.

 

La partita scorre via senza particolari sussulti, si gioca e si lotta prevalentemente a centrocampo dove Borgogno, in costante crescita, la fa da padrone. Unico tiro in porta dei primi 35 minuti è degli ospiti sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ma lo spunto non è comunque degno di nota.

 

La ripresa si apre con il vantaggio canellese. L'arbitro inventa una punizione a favore degli ospiti quando invece il giocatore ospite tocca la palla con le mani. Sulla mischia seguente Manzato calcia nella propria porta regalando il vantaggio agli avversari. Lo Spartak reagisce immediatamente con Oprea che serve il neo entrato Penna che calcia bene appena entrato in area, ma il portiere respinge in calcio d'angolo. Poco dopo ancora Penna viene smarcato davanti al portiere, riesce a dribblarlo ma il ritorno di un difensore impedisce il pareggio. Il Canelli arrotonda il risultato allo scadere: un tiro innocuo sorprende l'incerto Cani che sbaglia l'intervento e regala la palla all'attaccante ospite che sulla linea non può sbagliare. L'ultima occasione è degli Spartani, punizione magistrale di Penna, ottima respinta del portiere che però consegna la palla a Takhi che spara alto nei pressi dell'area piccola.

 

Termina così, dopo 11 giornate (compresa una di riposo), il campionato di qualificazione regionale che ha visto i gialloblù conquistare 10 punti, frutto di 3 vittorie (compresa quella del derby), 1 pareggio e 6 sconfitte.

Ben 26 le reti subite e 21 le reti realizzate. La fase difensiva è sicuramente il tallone d'Achille della squadra. Sono troppe le reti subite, specialmente nella fase finale degli incontri.

Il re dei bomber è il difensore/attaccante Cotto, con 4 reti realizzate nelle 4 gare giocate in avanti.

 

A fine partita mister Fabrizio Baracco commenta: "Una partita non giocata bene tecnicamente dai miei che però hanno dimostrato di giocarsela alla pari mettendoci, chi più chi meno, voglia e grinta. Purtroppo abbiamo regalato entrambi i gol".

TABELLINO

Marcatori

42' Autogol (C)

63' Gol (C)

 

Spartak San Damiano

Cani

Manzato

Barbero (dal 53')

Costa

Borgogno

Vilhem

Trinchero

Bonino

Penna (dal 45')

Oprea

Steffenino

Takhi

Massocco

Iordache (dal 55')

- - - - - - - - - -

Cotto

Danusso



PARTNERS