2003: Pro Villafranca - Spartak 4-2

10ª giornata. Flop dei Giovanissimi 2003 in una partita interpretata con superficialità, con gravi errori in fase realizzativa e disattenzioni evidenti in fase difensiva.


SINTESI DELLA GARA

In settimana nel gruppo 2003 torna l'emergenza numerica: Torchio decide all'improvviso di smettere col calcio, Manzato non è disponibile per altri impegni, così, con Danusso ancora infortunato, sono appena 12 i giocatori convocabili. Oprea, unico rinforzo dai 2004, risulterà il migliore in campo insieme al compagno di reparto Borgogno.

 

È proprio Oprea ad aprire il festival delle occasioni con un bel tiro da fuori area che sfiora la porta. Al 13° la Pro Villafranca nell'unica occasione del primo tempo si porta in vantaggio: una ripartenza veloce coglie la difesa gialloblù impreparata, arriva così un cross dal fondo, con Cani che non legge bene la traiettoria e regala all'attaccante il più facile dei gol. Lo Spartak ci mette un po' a riorganizzarsi, ma negli ultimi 4 minuti del tempo sbaglia almeno 4 occasioni clamorose. Al 31° Cotto fallisce il tap-in a un metro dalla porta; al 33° ancora Cotto spreca a tu per tu col portiere e Penna sulla ribattuta non riesce a fare di meglio; al 35° sugli sviluppi di un calcio d'angolo ancora Cotto nell'area piccola colpisce una traversa.

 

Il secondo tempo si apre come si era concluso il primo con Cotto che si presenta per l'ennesima volta in zona gol e che trafigge il portiere con un curioso gol in acrobazia su suggerimento di Penna. Sembra il gol del riscatto, ma il Villafranca sul ribaltamento di fronte torna avanti sfruttando un altro pasticcio in difesa. Al 13° Cotto lanciato sul filo del fuorigioco calcia a lato a tu per tu col portiere. Al 16° angolo di Penna e incornata vincente di Borgogno a suggellare un'ottima gara. Il Villafranca anche in questo caso torna subito in vantaggio sfruttando l'ennesimo disimpegno errato della retroguardia gialloblù. È il gol che affossa moralmente gli spartani che da lì a poco si vedono fischiare un rigore contro, Cani è però miracoloso a bloccare la sfera in due tempi, tenendo a galla i suoi e facendosi perdonare gli errori in precedenza. L'occasione per il pari la crea Oprea a 6 minuti dal termine con un tiro improvviso dalla distanza che colpisce la traversa a portiere battuto. Con la squadra sbilanciata arriva nel recupero il 4-2 del Pro Villafranca.

 

Mister Fabrizio Baracco a fine partita commenta: "Sconfitta meritata, anzi meritatissima, complimenti ai miei amici del Pro Villafranca che hanno voluto a tutti i costi la vittoria. Una lezione di sport per tutti i ragazzi che spero abbiano capito che nel calcio le partite si giocano e non si vincono con le parole; ho visto gravi atteggiamenti di sufficienza già prima della partita, che vengono prima degli errori tecnici. Se si pensava di essere diventati fenomeni dopo due partite vinte, questa è la risposta del campo, sono estremamente deluso, senza contare che già in settimana sono accaduti alcuni episodi che hanno messo in difficoltà il gruppo. Se si appartiene ad una squadra ci va più rispetto. Non parlo mai dei singoli giocatori, ma oggi mi sembra giusto sottolineare la grande partita di Borgogno e Oprea: non hanno mai mollato e si sono guadagnati grossa stima dal sottoscritto".

TABELLINO

Marcatori

13' Gol (PV)

40' Cotto (S)

42' Gol (PV)

51' Borgogno (S)

52' Gol (PV)

70' Gol (PV)

 

Spartak San Damiano

Cani

Barbero

Costa

Borgogno

Vilhem

Iordache

Bonino (dal 55')

Penna

Steffenino

Cotto

Takhi

Massocco (dal 36')

Oprea

- - - - - - - - - -

Danusso



PARTNERS