2005: Spartak - SCA 1-2

2ª giornata. Gli Esordienti di mister Lanaro tengono testa ai forti astigiani nel primo tempo, poi subiscono nel secondo, ma vincono la terza frazione ritrovando il bel gioco.


SINTESI DELLA GARA

La seconda giornata di campionato viene giocata di nuovo in trasferta, sul campo sintetico della SCA, squadra che avrebbe dovuto essere ospite a San Damiano, ma che ha offerto la propria disponibilità per risolvere un disguido organizzativo che avrebbe previsto la contemporaneità di più gare casalinghe di differenti categorie gialloblù sullo stesso campo.

 

Il primo tempo è affrontato col piglio giusto dallo Spartak che costruisce meno gioco rispetto agli astigiani ma difende con ordine e prova a ripartire in contropiede. La SCA effettua una decisa pressione a tutto campo (Bellanca ne fa le spese uscendo infortunato) e mette in affanno il centrocampo gialloblù che concede qualche tiro dalla distanza.

Caggiano è pronto a bloccare un ottimo tiro ravvicinato dopo un rimpallo su azione d'angolo mentre pochi minuti più tardi Jaku non approfitta di una respinta del portiere su calcio di punizione di Falchero.

Quando la frazione sembra destinata a chiudersi a reti inviolate, ecco l'episodio decisivo. Un lancio in profondità viene deviato da Demarie nel tentativo di aggancio volante. La palla prende in controtempo Toso e termina tra i piedi di un avversario tutto solo che con un bel diagonale mancino porta in vantaggio la SCA.

 

Nel secondo tempo i gialloblù sono ancora abbattuti dal gol-beffa subìto in precedenza e partono malissimo. Un errore in disimpegno della difesa costa lo svantaggio nei primi 5 minuti. Ne passano altri 5 e le reti incassate diventano addirittura tre ma sono due tiri capolavoro dalla distanza sui quali Cisternino nulla può. A metà tempo arriva la quarta marcatura degli astigiani con un semplice tap-in dopo una parata in tuffo del portiere gialloblù.

La SCA rallenta il ritmo e lo Spartak può riorganizzare le idee iniziando a creare qualche trama offensiva che porta al bel gol di Falchero che riceve da Pelassa, salta un avversario fingendo il tiro e poi sorprende il portiere con una conclusione forte sul primo palo.

 

L'ultima frazione di gara è la più combattuta. Lo Spartak ha ritrovato la grinta grazie al gol realizzato poco prima ed entrambe le squadre lottano alla pari per gli ultimi 20 minuti di gioco.

La prima occasione è per Pelassa che calcia alto un ottimo pallone servitogli in profondità. Poi tocca agli astigiani sfiorare il gol ma Demarie si supera intervenendo in acrobazia a pochi centimetri dalla linea di porta.

Finalmente la rete arriva ed è dello Spartak. Palla in profondità per Jaku che protegge, si gira e serve a Falchero un assist arretrato che il numero 11 trasforma in gol con un tiro di sinistro.

Il forcing gialloblù non finisce lì e Pelassa si ritrova poco dopo a tu per tu col portiere ma il tiro è di poco a lato.

Al 15° minuto la SCA trova il pareggio che però viene annullato per fuorigioco. Episodio dubbio ed estremamente difficile da valutare ma la scelta del direttore di gara sembra la più corretta.

Prima della fine Jaku potrebbe raddoppiare: contropiede che esalta la sua velocità ma il tiro centra in pieno il portiere in uscita.

 

Mister Lanaro a fine gara commenta: "E' stata una partita molto intensa. Avversari di categoria superiore e un ritmo elevatissimo. Noi abbiamo giocato bene l'inizio poi l'uscita per infortunio di Alessio ci ha costretto a un riposizionamento che ci ha rallentato un po'. Avremmo potuto passare in vantaggio e invece siamo andati sotto ma è stata una frazione promettente. La ripresa invece è finita prima ancora di iniziarla e questo abbattimento emotivo è un difetto sul quale lavoreremo perché ci ha destabilizzato per 15 minuti. Bene invece la reazione dopo le cinque reti subìte. Ho visto giocare da squadra e giocare bene, ancor meglio che nel torneo di Poirino. Se sfruttiamo al meglio le nostre caratteristiche sappiamo rendere la vita dura a chiunque e lo abbiamo fatto. Faccio i complimenti a Mikele per la prova difensiva, a Luka per l'impegno dimostrato anche quando ha dovuto sacrificarsi a centrocampo e a tutti gli altri per lo spirito di gruppo che si è visto come mai primo d'ora. Il futuro è promettente."

TABELLINO

1° Tempo: 0-1

 

2° Tempo: 1-4

Falchero

 

3° Tempo: 1-0

Falchero 

 

Spartak San Damiano

Caggiano

Cisternino

Cerchio

Sallaku

Toso

Kacbufi

Demarie

Cannavacciuolo

Bellanca

Falchero

Pelassa

Jaku

Dunjić



PARTNERS