Mister 2005: Alessandro Lanaro

Dodici domande al nuovo allenatore degli Esordienti a 9 dello Spartak San Damiano.


Che gruppo e che categoria allenerai questa stagione?

Allenerò la categoria Esordienti 2005 a 9.

 

Da quanti anni sei allo Spartak?

Inizio il mio 7° anno in gialloblù.

 

Dov'è stata la tua prima esperienza da allenatore?

La mia prima esperienza da allenatore è stata proprio allo Spartak nel 2005, ben 11 anni fa.

 

Un calciatore che hai allenato e che ricordi con più piacere?

In questi 11 anni ho allenato circa 200 giovani calciatori. Sono ovviamente tanti quelli che ricordo con piacere. Se devo fare solo un nome dico Darko Zahariev, attaccante che per tre anni è stato decisivo sempre e che con me ha iniziato e chiuso un ciclo perfetto: primo anno da rivelazione in una squadra di un anno in più, secondo anno da trascinatore indiscusso e leader e terzo anno allo Spartak con la conquista dei regionali.

 

Giocatore famoso che non dovrebbe mai mancare nella tua squadra ideale?

Probabilmente direi Dybala ma per un soffio rispetto a Barzagli e solo perché giocherei in modo offensivo.

 

Allenatore famoso che ammiri?

Ci sono stati allenatori sorprendenti e totalmente rivoluzionari nel modo di porsi e condizionare anche fuori dal campo come Mourinho. Ultimamente Conte e Di Francesco ma il mio preferito in assoluto è sempre stato Spalletti con il suo 4-2-3-1 che mi ha affascinato.

 

Uno o più colleghi dello Spartak su cui vuoi fare due parole?

Posso dire con piacere che 2 mister ora colleghi sono stati miei giocatori (David e Alessandro Rabino). Con Gigi Barbero ricordo sfide bellissime e sempre in bilico da avversari. Infine sono legato a Fabrizio Baracco più che altro perché è stato responsabile allenatori nell'anno degli storici Regionali conquistati dagli Allievi Spartak e l'ho ritrovato 3 anni fa quando ho iniziato il triennio con i 2001. Due stagioni bellissime e ben organizzate a livello tecnico proprio da lui.

 

Un giovane giocatore del Settore Giovanile gialloblù che non alleni e ti piacerebbe allenare un giorno?

Ho avuto la fortuna di allenare i 2001/2002, i 2007 e i Piccoli Amici 2008 e 2009. Ho conosciuto anche qualche 2003 che ci veniva a dare una mano quando necessario. Quest'anno avrò i 2005 quindi per esclusione rimangono i 2004, squadra ricca di talenti. Un nome solo? Dico Adi Indricut, ragazzo con meno classe degli altri che però compensa con una determinazione davvero rara da trovare.

 

Un tuo pregio da allenatore?

Penso sia quello di saper portare una squadra sempre in maniera più che sufficiente a fine stagione, soprattutto quando vengono fuori mille difficoltà che farebbero gettare la spugna a parecchi. Però anche nella costruzione di una squadra (nel periodo estivo) non me la cavo affatto male!

 

Un tuo difetto?

Vivere di entusiasmo e quindi essere soggetto a fisiologici cali di grinta e determinazione in periodi in cui i risultati sono poco esaltanti, in campionati con classifica ovviamente. 

 

Il momento più bello da allenatore che hai mai vissuto?

Sono due. Il primo è la conquista dei Regionali con lo Spartak nel 2009/2010 mentre il secondo è stato il mio esordio, sempre in gialloblù, vincendo la prima gara 4-3 contro il San Domenico Savio con 4 reti di Luca Arpellino.

 

Sogno nel cassetto da allenatore?

Vorrei vedere giocare in serie A, o ancor meglio in Nazionale, un mio ex-calciatore.


PARTNERS