Esordienti 2003: Baldichierese - Spartak 2-3

I 2003 di mister Fabrizio Baracco fanno festa in trasferta nell'ultima gara di campionato. Decide uno schema su calcio d'angolo a 6 minuti dal termine.

Ora è tempo di bilanci.

Parziali: 1-1, 0-0, 0-1.


I 2003 si presentano all'ultima partita di campionato della stagione sfidando in trasferta la Baldichierese senza i difensori Iordache, influenzato, e Manzato, indisponibile. Ancora una volta preziosi gli innesti di Senise e Trinchero dal gruppo 2004. Il campo è piccolo rispetto alle solite dimensioni, così come le porte.

 

L'inizio della partita per i colori gialloblù è promettente, anzi ottimo. Già al primo minuto, infatti, Danusso serve un assist nello spazio a Massocco: il numero 11 è bravo a sfruttare l'indecisione del portiere e portare in vantaggio lo Spartak. Al 5° un'altra bella azione dello Spartak, ancora Danusso, questa volta con un'azione personale: il numero 10 dribbla due giocatori e appena entrato in area calcia forte, ma trova una gran parata del portiere. Piano piano la Baldichierese riesce ad avanzare e al 12° alla prima vera azione trova il gol del pareggio. La partita si fa confusa e combattuta in ogni parte del campo e su questo copione finisce il primo tempo e inizia il secondo.

 

Pronti via la squadra di casa colpisce un palo e lo Spartak risponde al 5° con un tiro da fuori di Massocco ben parato. Al 12° è Cani a rendersi protagonista con una grande parata su tiro ravvicinato che salva il risultato. Lo Spartak da quel momento inizierà ad attaccare con costanza fino alla fine del match. Al 15° Penna, dopo un buono spunto personale, calcia trovando nuovamente pronto il portiere e dopo pochi secondi sempre il numero 7, dopo un elegante sombrero, calcia al volo alto di poco. Alla fine del secondo tempo il risultato è ancora di 1-1. Già al 1° minuto del terzo tempo Penna colpisce un palo dopo una serpentina dalla destra. Due minuti dopo Spartak bello ma sfortunato: una combinazione Senise, Massocco, Penna porta quest'ultimo a calciare col portiere in uscita, la palla deviata, sbatte sulla traversa, ma non entra. Quando il pareggio sembra ormai scritto, a 6 minuti dal termine ecco il meritato vantaggio gialloblù: da uno schema su calcio d'angolo chiamato da Penna, Danusso tocca per Torchio che nell'area piccola è bravissimo ad indovinare l'angolino basso per il 2-1 che sarà anche il risultato finale. 

 

Mister Fabrizio Baracco a fine partita commenta: "Oggi giocare bene purtroppo era molto difficile; le dimensioni del campo non lo permettevano, era importante avere la voglia di arrivare primi sulla palla, sfruttare i calci piazzati e coprire bene i compagni in fase difensiva. Sono situazioni su cui lavoriamo da agosto ed ero sicuro che il risultato sarebbe stato positivo. Siamo molto contenti per la seconda vittoria consecutiva in trasferta. Ora ci rimangono due tornei a Montà e a Canelli.

E' tempo di bilanci finali per la squadra che ha iniziato la sua stagione il 25 di agosto. Sanno tutti che il risultato delle partite in queste categorie è secondario, ma possiamo guardare indietro le nostre prestazioni ed essere tanto soddisfatti. In questo secondo campionato su nove gare disputate abbiamo vinto cinque partite e perse quattro. La squadra ha realizzato 28 reti e ne ha subite 19, mentre nel primo girone affrontando in pratica le stesse squadre ci fermammo a 17 reti realizzate e 19 subite. Questi dodici ragazzi, ripeto soltanto dodici, con il loro grande desiderio di migliorarsi e la voglia di non mollare mai, con l'aiuto fondamentale del gruppo 2004, dei dirigenti Alice e Giorgio, dei due vice-allenatori Matteo e Denis e dei loro genitori con i loro comportamenti esemplari, meritano tutte le attenzioni e i plausi dalla società che dovrà, secondo me, impegnarsi fin da ora per completare e perfezionare il gruppo che merita tutte le attenzioni possibili. A livello personale è stata una stagione faticosa, ma estremamente positiva, ho avuto la fortuna di condividere tanti bei momenti con questi ragazzi che sono eccezionali e che mi hanno seguito in tutto, per loro mi butterei nel fuoco e sono certo che molti di loro farebbero lo stesso. Grazie a loro sono il Mister più fortunato che c'è”.


PARTNERS