2007 Gialli: Virtus Canelli - Spartak 3-2

I Pulcini gruppo Giallo escono sconfitti ma a testa altissima. Rimonta sfiorata nel segno di Daniele, Angelo e Diego.

Parziali: 3-1, 3-3, 2-2.


Vincere sul campo di squadre come la Virtus Canelli è difficile per tutti.

Si è capito già dopo pochissimi minuti del primo tempo. La grinta e la fisicità dei canellesi ha sorpreso i gialloblù che, anche a causa di assenze difensive importanti, mai quest'anno erano apparsi così in balìa degli avversari.

 

La prima frazione finisce 3-1 con la rete nel finale di Diego che diventerà l'incubo dei padroni di casa nei 30 minuti successivi.

Per contrastare gli attacchi del trio offensivo canellese, lo Spartak cambia strategia e può farlo sfruttando l'intelligenza e la qualità di Daniele che onora la fascia di capitano sacrificandosi totalmente per la squadra con la determinazione di un adulto.

 

Il secondo tempo è per i primi 10 minuti praticamente perfetto. Daniele recupera e serve gli assist per Diego e Angelo. Diego regala spettacolo con dribbling esaltanti e va in gol per primo. Angelo segna una doppietta dopo aver svolto il doppio ruolo di secondo attaccante ma anche di difensore. Sul 3-0 però cala l'attenzione e la Virtus ne approfitta pareggiando la frazione (con un tempo di recupero un po' più lungo del normale) soprattutto con tiri dalla distanza (sfruttando la grandezza delle porte) che lasciano poche possibilità a Samuele di poter intervenire.

 

Il terzo e ultimo tempo è ancora più sorprendente del secondo perchè la situazione si ribalta. I canellesi vanno sul 2-0 sfruttando il momento di sconforto dei gialloblù. Ma nonostante lo svantaggio arriva la reazione. Niccolò e Valerio prendono coraggio e ancora Daniele e Diego risultano decisivi con quest'ultimo che firma una doppietta sorprendendo tutti anche per la grinta con la quale combatte su tutti i palloni. Nel finale potrebbe addirittura arrivare il gol della vittoria ma la giornata evidentemente non è delle più fortunate.

 

Da segnalare un inutile nervosismo tra i sostenitori di casa che probabilmente non ricordano che in campo stanno giocando dei bambini di 8 anni e sopratutto che il risultato non è così importante da giustificare animi così caldi.

 

Finisce 3-2 con la consapevolezza di aver imparato più con una sconfitta oggi che con le vittorie precedenti. Sabato a Gorzano arriva il San Domenico Savio.


PARTNERS