Giovanissimi: Spartak - Mezzaluna 1-1

Prestazione deludente nella prima giornata del campionato provinciale. Negro acciuffa il pareggio nel recupero.


Una gara sulla carta facile, qualche assenza importante, un arbitro esordiente e una condizione psicofisica sotto la media. Gli ingredienti del disastro ci sono tutti.

 

Ore 10:30 di domenica 6 dicembre. Inizia il peggior primo tempo mai giocato dai Giovanissimi gialloblù.

I primi minuti sono confusionari con parecchi controlli di palla sbagliati e passaggi imprecisi ma soprattutto un'imbarazzante staticità di centrocampisti e attaccanti. Il clima è sicuramente freddo ma l'impressione è quella di vedere gli undici dello Spartak al rallentatore, quasi ibernati.

Al contrario i giocatori del Mezzaluna sono pimpanti e arrivano sempre prima sul pallone senza però trovare la conclusione pericolosa. I padroni di casa ci provano invece dalla distanza ma con tiri poco potenti e spesso ribattuti col corpo dai difensori avversari.

Verso la metà del primo tempo arriva il primo tiro nello specchio della porta e il primo gol. Lo realizza il Mezzaluna: l'attaccante salta totalmente libero da marcatura e con un colpo di testa su cross da calcio d'angolo infila il pallone sotto la traversa sorprendendo Nicolò Torchio.

Un meritato "svantaggio" per lo Spartak più che un meritato "vantaggio" degli ospiti ma la giornata è di quelle che hanno il sapore della "lezione di vita e di umiltà" e così anche dopo un leggero risveglio del reparto offensivo, il primo tempo finisce senza grandi reazioni.

 

Nella ripresa in campo scende sicuramente uno Spartak più grintoso e con la voglia di recuperare la figuraccia dei primi 35 minuti ma subentra una bruttissima compagna di viaggio: la fretta.

Le conclusioni si susseguono ripetutamente a pochi minuti una dall'altra ma spesso da posizioni troppo distanti o defilate rispetto alla porta avversaria.

Sallaku con il sinistro cerca l'incrocio dei pali ma il tiro è lento e viene bloccato. Lagrotteria ha due buone occasioni ma non centra lo specchio della porta. Negro fa decisamente meglio ma la sua punizione potentissima scheggia solo la traversa.

E' di Di Maria la chance più ghiotta ma il fantasista classe 2002 viene tradito da un rimbalzo e non riesce a controllare un cross basso di Negro che lo avrebbe messo a tu per tu con l'estremo difensore villanovese.

Quando ogni sforzo sembrerebbe inutile ecco venire fuori l'unica cosa buona della giornata: l'orgoglio.

Mancano 20 secondi alla fine e i gialloblù conquistano un corner. L'arbitro comunica ai giocatori in campo che è l'ultima azione. Cross a centro area e Negro di testa realizza il suo primo gol stagionale.

 

Questa rete forse non salva i gialloblù dalla brutta figura davanti al proprio pubblico ma di sicuro salva l'imbattibilità casalinga che dura da ormai 8 mesi e per lo meno dimostra che nonostante gli errori, questa squadra non ha nessuna voglia di perdere, anche se oggi 2 punti si sono proprio persi.

 


RISULTATI 1ª GIORNATA

Spartak
1 - 1
Mezzaluna
Castelnuovo
1 - 4
S. Giuseppe Riva
Annonese
0 - 2 Santostefanese
Torretta 2 - 1 San Domenico
Asti
2 - 0 Albese Calcio

 GIORNATA (13/12/15 - h. 10:30)

Santostefanese
-
Spartak
Mezzaluna - Torretta
S. Giuseppe Riva - Asti
San Domenico - Castelnuovo
Albese Calcio - Annonese

CLASSIFICA 1ª GIORNATA

 Squadra
Punti
 San Giuseppe Riva 3
 Santostefanese 3
 Torretta 3
 Spartak San Damiano 1
 Mezzaluna 1
 Asti * 0
 San Domenico Savio Rocchetta 0
 Annonese 0
 Castelnuovo Don Bosco 0
 Albese Calcio F. C.

   *  una gara in meno