Esordienti 2003: Aleramica - Spartak 2-3

Prima gioia in trasferta per i ragazzi di mister Fabrizio Baracco. Vittoria strameritata e scommessa vinta. Parziali: 0-0, 0-0, 0-2.


Nella nona ed ultima giornata della prima fase, i ragazzi del 2003 affrontano l'Aleramica nella lunga trasferta di Moncalvo.


Nel primo tempo l'approccio della squadra non è dei migliori. I gialloblù appaiono grigi e annebbiati proprio come il clima che fa da contorno al match. Al contrario la squadra di casa appare determinata e grintosa in ogni azione, specialmente nella zona centrale del campo. Ne nasce una partita “bloccata” e al primo intervallo non ci sono da segnalare tiri in porta o azioni pericolose nè da una parte nè dall’altra.


Nel secondo tempo è tutta un'altra musica; lo Spartak cresce per intensità e determinazione, ma l'Aleramica, anche se sempre chiusa nella sua trequarti campo, si difende bene, è attenta a non prenderle e meritatamente mantiene il pareggio. In questo tempo lo Spartak collezionerà ben 9 angoli a favore (6 consecutivi) e si renderà pericoloso soprattutto sugli esterni: Penna a destra, Trinchero e Costa a sinistra.

Al 5° Penna si invola sulla fascia e crossa per Danusso, che si inserisce in area molto bene e di testa manda di poco alto sulla traversa.

Al 9° è ancora Penna a rendersi pericoloso con un tiro da lontano ben parato dal portiere, poi è Vilhem, tra i migliori in campo, che anticipa bene il suo diretto avversario e dà il via al contropiede gialloblù con Penna che vede deviare a fil di palo il suo cross da un difensore avversario.


Nel terzo e ultimo tempo il copione della gara non cambia: lo Spartak attacca continuamente, talvolta in modo confusionario e l'Aleramica difende il risultato con i denti.

Il vantaggio arriva al 3° con ancora capitan Penna che si rende protagonista con un tiro da lontano parato ma non bloccato dal portiere: Steffenino è il più lesto ad arrivare sul pallone e insaccare per l'1-0.

Dopo il vantaggio l'Aleramica prova ad alzare il baricentro, ma lo Spartak controlla bene e agisce in contropiede pericolosamente. E' Senise il più pericoloso: prima al 9° con un bel tiro in diagonale deviato dal portiere, poi all'11° quando si invola verso la porta e costringe il portiere ad un nuovo intervento in uscita.

L'Aleramica a 5 minuti dal termine rischia di beffare lo Spartak con un bel tiro da fuori, ma Cani è formidabile e devia il tiro. Sarà l’unico intervento del numero 1 gialloblu, ma decisivo.

Passata la paura lo Spartak al 3° di recupero chiude la gara con l'azione più bella: Danusso riceve palla a sinistra, salta di seguito uno, due, tre avversari e confeziona un grande assist per Penna, che, scattato sul filo del fuorigioco, si invola verso la porta e trafigge il portiere con un preciso tiro in diagonale.

 

Mister Baracco a fine partita dichiara: “oggi è stata una partita strana, i miei ragazzi ci hanno messo più di un tempo per capire come attaccare nel modo giusto, contro una squadra che difendeva bene tutti e 11 sotto la palla. Nella pausa abbiamo riordinato le idee e siamo tornati in campo con un'altra voglia. Alla fine sono più soddisfatto del risultato che del gioco, ma ho visto i ragazzi più felici che mai, quando si soffre e si vince è più bello. Per l’ennesima volta un nostro gol, il secondo, nasce da ciò che proviamo in settimana.


E’ tempo di primi bilanci per la squadra che ha iniziato la sua stagione il 25 di agosto. Sanno tutti che il risultato delle partite in queste categorie è secondario, ma possiamo guardare indietro le nostre prestazioni ed essere tanto soddisfatti. Su nove gare disputate abbiamo vinto quattro partite, pareggiata una e perse quattro. In casa siamo rimasti imbattuti totalizzando tre vittorie e un pari. Abbiamo sbagliato una sola partita a Nizza, le altre tre sconfitte le abbiamo perse con onore, lottando fino alla fine. Abbiamo realizzato 17 reti e subite 19 (6 in una sola partita).


Ad inizio campionato con i ragazzi avevamo fatto una scommessa… una cena… sono contento di averla persa, perché quando ho fatto il patto con loro sapevo che avrebbero dovuto dare più del massimo per poterla vincere. Ovviamente sono invitati anche Senise e Trinchero che quando hanno potuto ci hanno sempre dato una grossa mano.


PARTNERS