Esordienti 2003: Spartak - SCA 2-1

Grande reazione per i ragazzi di mister Fabrizio Baracco dopo lo svantaggio. Parziali: 0-1, 2-0, 3-0.


Terza vittoria consecutiva in altrettante gare casalinghe: i 2003 divertono e convincono.

Continua il buon momento dell'annata 2003 che sabato ha ospitato al "Norino Fausone" i pari età della SCA. La partita in generale è stata a senso unico, le occasioni gialloblù sono fioccate sia su azioni manovrate, sia su azioni da calci piazzati.


A fine primo tempo però lo Spartak si trova sotto 1-0 per "colpa" di un contropiede ben sviluppato dagli ospiti che ha trovato la difesa poco attenta. La più grande occasione gialloblu capita invece sui piedi di Massocco che, sugli sviluppi di una punizione battuta rapidamente, coglie un palo clamoroso con un bel tiro da dentro l'area.

La SCA potrebbe addirittura raddoppiare sul finire della prima frazione, ma Cani si dimostra ancora una volta all'altezza della situazione e salva la squadra.


L'inizio del secondo tempo è ottimo: al primo giro di lancetta è Danusso a firmare il pari con un calcio di punizione imparabile dal limite dell'area. Il gol sblocca la squadra che da lì fino all'ultimo minuto del terzo tempo non subirà più tiri in porta e creerà occasioni da gol in sequenza.


In particolare nel terzo tempo Steffenino lancia lungo per Penna che sfrutta un'indecisione dei difensori e trafigge il portiere con un destro potente portando in vantaggio i suoi. A metà tempo l'azione più bella della gara: Trinchero lancia Penna che confeziona di prima un cross perfetto che Steffenino in acrobazia trasforma in gol.

C'è ancora tempo per il gol di Senise che, ben servito da Massocco, segna la rete del definitivo 4-1 con un gran tiro di sinistro all'angolino. Sfortunata la SCA che proprio allo scadere coglie un palo.

 

Mister Baracco a fine partita dichiara: “Siamo molto contenti, per il risultato, ma soprattutto per le numerose occasioni che oggi siamo riusciti a creare, continuiamo a realizzare gol belli, su situazioni che negli allenamenti proviamo e riproviamo. Eppure non era semplice, il campo era enorme e difficile da coprire, siamo passati in svantaggio e non dimentichiamoci che loro sono una buona squadra.